WALKING IN THE RAIN

L’inverno sta passando e lascia spazio alla primavera… qualunque stagione porta con sé giornate belle o giornate brutte, ventose o piovose.

Ma se abbiamo un cane non facciamo l’errore di guardare il meteo per capire se portarlo fuori o meno! Anche se noi siamo un po’ pantofolai e quando fuori il tempo è brutto vorremmo starcene al calduccio, i nostri amici a quattro zampe hanno l’esigenza di uscire sempre, con qualsiasi condizione meteorologica!

L’idea che il cane non ami la pioggia, che si possa raffreddare o che gli faccia male bagnarsi è spesso una nostra comoda scusa. Basterà solo un buon equipaggiamento e la passeggiata quotidiana sarà perfetta anche quando le condizioni climatiche lo sono un po’ meno.

Portare fuori il cane significa fargli fare movimento, fargli conoscere e scoprire il mondo esterno e non si deve limitare ai soli 5 minuti in cui espleta i suoi bisogni…

È fondamentale infatti che il nostro peloso amico venga portato a passeggio almeno un paio di volte al giorno, e anche i cani che vivono tra casa e giardino hanno comunque l’esigenza di andare a spasso.

I motivi per cui il loro benessere ne troverà giovamento sono molteplici:

  • RESTARE IN FORMA: un cane dovrebbe fare movimento tra la mezz’ora e le due ore al giorno. È vero, questo lo possono fare anche in giardino, ma… volete mettere le corse al parco?
  • FARE ESPERIENZE: uscendo dal suo territorio il cane potrà esplorare “odori” diversi, potrà seguire tracce nuove, potrà camminare naso a terra, conoscere e socializzare con altri animali, simili a lui o, perchè no, diversi…
  • STIMOLARE LA MENTE: uscire significa impegnare tutto l’organismo del cane, sia dal punto di vista fisico che mentale. Un cane annoiato può diventare anche aggressivo, mentre un pet che viene stimolato, impegnato, che gioca e si sfoga col proprio amico umano sarà un cane più tranquillo e gestibile anche in casa. Il loro bisogno di stimoli mentali non va in letargo a comando se fuori piove o nevica. Anzi, una bella corsa, un gioco all’aperto, una passeggiata, faciliteranno anche le ore successive che dovrà passare in casa.
  • BENESSERE ANCHE PER NOI! Ebbene sì, dobbiamo farlo prima di tutto per i nostri cani, ma ne trarremo un grande beneficio anche noi. Anche se la giornata non sarà soleggiata e calda, uscire col nostro cane ci aiuterà a fare movimento e a smaltire quelle calorie di troppo, a lasciare andare la tensione della giornata lavorativa, ad apprezzare le bellezze del mondo e a darci positività!

I nostri amici sono di base già ben equipaggiati. Un cane che passa ogni giorno un po’ di tempo fuori si “costruisce” il mantello in base alle stagioni e si farà trovare sempre pronto.

Possiamo comunque aiutarli un po’:

  • Con l’alimentazione: quello che gli diamo da mangiare potrà essere più calorico o abbondante in inverno e più leggero d’estate.
  • Con la scelta del momento giusto: possiamo prediligere le ore centrali della giornata quando fa freddo, in modo da godere delle poche ore di luce. Al contrario invece dobbiamo scegliere l’alba e il tramonto in estate, quando fa molto caldo.
  • Con l’abbigliamento: non si tratta solo di “moda”, un cane particolarmente magrolino o freddoloso potrebbe avere bisogno di un cappottino per uscire sulla neve. Oppure un amico peloso che non ama sentirsi bagnato potrebbe gradire la passeggiata se indossa un impermeabile.

Insomma, per qualunque esigenza non esistono scuse: bando alla pigrizia e… tutti a camminare sotto la pioggia!

Lascia un commento